11.24.2010

Intellettualmente superiori.

Avevo in mente mille cose da scrivere, mille idee, mille ispirazioni. Ho appena finito di leggere un libro per inguaribili romanticoni e sinceramente era persino riuscita a credere nell'amore per qualche pagina, l'intensità era tale da farmi perdere la ragione. Ora, la domanda che sorge spontanea è: sono io che ho perso la ragione o tutti gli altri? Sempre estremamente sensibile sin dalla nascita mi trascino dietro un aura di preoccupazioni per i fatti altrui che non ha eguali. In realtà sono proprio una "fessacchiotta" ma a questo punto mi sorgono altre due domande: come possiamo considerare il mondo che viviamo? Come può essere considerata una realtà in cui coloro che possiedono una forte sensibilità vengono ignorati e lasciati al loro destino? L'egoismo è il lato caratteriale più consono che si possa desiderare al giorno d'oggi. Sono convinta che quando potremo permetterci di scegliere come vogliamo il nostro bel bambino con tutti i suoi meravigliosi pregi e nessuno squallido difetto, l'egoismo andrà a ruba, insieme alle tette giganti e gli addominali di marmo. Ovvio.
Mille idee, mille ispirazioni.. bah forse è meglio che io vada a prendere il mio treno tra un paio d'ore e la smetta di scrivere riflessioni inutili e esattamente contrarie alla parola interessante. Parola che merita di una piccola parentesi, in quanto possiede un significato ambiguo ed estremamente sopravvalutato tra l'altro. Conosco persone che la mettono dappertutto, una scusa come un'altra per far finta di essere intellettualmente superiori. Beh sapete che vi dico? Selezionate le vostre parole. Selezionatele sempre, con chiunque vi circondi, quello vi rende intellettualmente superiori.

Nessun commento: